La scienza del disegno

Esercitazioni di disegno geometrico e geometria descrittiva

Didattica del disegno come metodologia scientifica di rappresentazione
Elaborati grafici e testi esplicativi a cura del prof. Alfredo La Manna

Vista prospettica in spaccato di un interno arredato

scarica il file pdf

HD IMAGE

Vista prospettica in spaccato di un interno arredato

L'illustrazione accanto mostra la rappresentazione in prospettiva accidentale di un interno arredato. Tale tipo di rappresentazione può anche essere definita come “spaccato prospettico” in quanto si tratta di una prospettiva di un interno resa visibile mediante l'eliminazione delle due pareti verticali che ne avrebbero impedito la vista. I componenti di arredo inseriti nell'ambiente sono stati volutamente ottenuti come unione di solidi elementari, in modo da facilitarne la costruzione, evitando curve e smussi, che avrebbero introdotto una maggiore complessità. La prospettiva è stata realizzata con l'ausilio del disegno preparatorio. Ciascun componente è stato rappresentato nel disegno preparatorio sia in pianta che in alzato, indicandone anche le quote principali, espresse in centimetri.
Il procedimento seguito per la rappresentazione in prospettiva di ogni componente è sempre stato il medesimo: dopo aver trovato tracce e fughe nel disegno preparatorio, esse sono state riportate rispettivamente sulla LT ed LO nella restituzione prospettica. Collegando le tracce con le rispettive fughe è stato possibile costruire in prospettiva lo schema planimetrico del componente da rappresentare. Infine sono state riportate dal disegno preparatorio le altezze fondamentali di ciascun componente sulla verticale passante da una delle tracce che sono servite per ricostruire lo schema planimetrico in prospettiva. Mandando verso la corrispondente fuga tali altezze è stato possibile individuare le altezze di ciascun componente anche in prospettiva. L'immagine illustrata accanto è solo il risultato finale del disegno; ti consiglio di seguire tutte le fasi del procedimento scaricando e consultando il file pdf multipagina, in cui è stata registrata tutta la sequenza di costruzione.