La scienza del disegno

Esercitazioni di disegno geometrico e geometria descrittiva

Didattica del disegno come metodologia scientifica di rappresentazione
Elaborati grafici e testi esplicativi a cura del prof. Alfredo La Manna

Prospettiva a quadro inclinato di un cubottaedro

scarica il file pdf

HD IMAGE

Prospettiva a quadro inclinato di un cubottaedro

Il cubottaedro è un poliedro appartenente alla famiglia dei poliedri semiregolari, ed è formato da sei facce quadrate e da otto facce triangolari equilatere. Tutti gli spigoli del solido hanno la medesima lunghezza. In questa esercitazione tale solido è stato rappresentato in proiezione prospettica con quadro di proiezione inclinato e asse principale inclinato verso il basso. Pertanto la vista del solido avviene dall'alto. Per la costruzione del cubottaedro puoi anche consultare l'esercitazione “Assonometria ortogonale isometrica di un cubottaedro”, collocata nella sez. 2, gruppo 2, del presente sito. Per la costruzione del solido è stato considerato il cubo che lo contiene, ovvero il cubo i cui punti medi dei suoi spigoli coincidono con i vertici del cubottaedro.
Il metodo utilizzato per la prospettiva del cubottaedro è del tutto analogo a quello applicato nella prospettiva del rombicubottaedro, che puoi consultare in questa stessa sezione. Ti consiglio di consultare anche “Prospettiva a quadro inclinato di un segmento verticale”, in questa stessa sezione, al gruppo 1 (Elementi geometrici e solidi elementari), in cui è spiegato in dettaglio il procedimento per la rappresentazione di punti posti ad una altezza determinata rispetto al piano geometrale.
Dopo aver realizzato il disegno preparatorio sia in pianta che in alzato su piano ausiliario verticale, è stata disegnata la restituzione prospettica del solido, riportando innanzitutto le tracce e le fughe individuate precedentemente nel disegno preparatorio. Le altezze principali dei vertici in prospettiva sono state determinate grazie al ribaltamento sul quadro di una retta r passante dalla traccia T3, sulla quale sono state evidenziate le altezze h1 ed h2. Sfruttando la fuga M1, sono stati segnati sulla prospettiva della retta r i punti H1' e H2', prospettiva dei corrispondenti H1 e H2 sulla (r). Collegando H1' e H2' con F2 ritroveremo in prospettiva i vertici I' e B', dai quali si possono ricavare facilmente tutti gli altri vertici del solido. Ti consiglio di consultare anche il file pdf multipagina, in cui potrai seguire tutta la sequenza di costruzione del disegno.